Progetto Caprese Michelangelo

Il Progetto Caprese Michelangelo è nato nel 2003 da una collaborazione tra il Comune di Caprese Michelangelo e l'associazione Storia della Città. L'associazione, presenziata dalla Prof.ssa Elisabetta De Minicis e, fino al 2007, dal marito Prof. Enrico Guidoni, è composta da studiosi di storia, architettura, archeologia ed urbanistica e si occupa da molti anni di tutela e valorizzazione dei beni culturali con pubblicazioni, convegni, conferenze, mostre e musei. Diversi sono i comuni che collaborano con l'associazione, uno di questi è, appunto Caprese Michelangelo.

Il Progetto Caprese Michelangelo è un progetto prima di tutto di valorizzazione culturale di Caprese e del suo territorio. Attraverso l'organizzazione di eventi e la realizzazione di pubblicazioni si è cercato di porre l'accento sulle varie tematiche culturali legate al luogo: la storia dell'arte, in particolar modo Michelangelo e il Rinascimento, la storia locale, l'archeologia e la topografia, l'analisi e la pubblicazione delle fonti inedite (catasti, archivi, statuti), l'aspetto demoetnoantropologico. Frutto di questa collaborazione sono ben due collane, pubblicate dalle Edizioni Kappa, una dedicata maggiormente agli aspetti storici ed artistici, I quaderni di Caprese Michelangelo , e l'altra più indirizzata alle tradizioni, alla memoria locale ed al folklore, la collana Ethnos . Inoltre il progetto ha previsto la realizzazione d'importanti eventi a carattere scientifico quali conferenze e mostre legate al Museo Michelangiolesco. Nel corso degli anni, le attività si sono ampliate comprendendo il riallestimento del Museo Michelangiolesco e la creazione della Biblioteca Michelangiolesca, una biblioteca specializzata in storia dell'arte e nei principali nuclei tematici del museo e del progetto. Due appuntamenti l'anno, il primo in occasione delle celebrazioni per la nascita di Michelangelo (6 marzo) ed il secondo in concomitanza con la festa annuale della Castagna, rappresentano, infine, un irrinunciabile momento di confronto culturale tra gli organizzatori del Progetto e la comunità di Caprese che vede, ogni volta, nel corso di queste manifestazioni, il frutto del lavoro assiduo e attento che viene svolto sulla loro città e territorio.

Cronologia

2003

Anno di fondazione del Progetto.

Viene realizzato il primo volume dei quaderni dedicato alla Natività in Michelangelo e presentato alla Festa della Castagna 2003. Contestualmente viene inaugurata una mostra iconografica delle Natività presso la Casa Natale.

2004

Il 6 marzo, anniversario della nascita di Michelangelo, viene presentato il lavoro di Gabriella Andreoli sul Castello di Caprese, una prima analisi storica ed un progetto di ristrutturazione del museo. Il volume è accompagnato da una mostra a pannelli nella Casa Natale.

Il 10 aprile si tiene un incontro con i sindaci e gli assessori di piccoli comuni patria di artisti (Vicchio, Caravaggio, Vinci, Castelfranco Veneto, Correggio, Sansepolcro, Pordenone) presso il Museo Michelangiolesco.

Durante l'estate viene ad essere svolta un'indagine storico-topografica dei mulini presenti nella valle del Singerna, che culmina con un volume presentato alla Festa della Castagna 2004 ed accompagnato da una mostra allestita presso la Corte Alta del castello.

2005

Finita la mostra sui mulini, la stessa viene trasferita nei locali dell'ex Pro-Loco di Caprese, dove dà luogo ad un primo nucleo del museo etnoantropologico, chiamato Museo dell'Acqua e del Mulino.

A marzo, nel consueto appuntamento nei giorni della nascita di Michelangelo, Guidoni presenta un lavoro sulla memoria e la rappresentazione di Caprese nelle opere dell'artista e di suoi successori.

Durante l'anno viene riordinato e catalogato l'Archivio Storico: alla Festa della Castagna 2005 è presentato al pubblico il catalogo cartaceo ed il catalogo informatizzato completo dell'Archivio Storico di Caprese.

2006

Durante l'anno è stato studiato il Catasto Lorenese del 1826 per quanto riguarda il territorio di Caprese. I frutti di questo lungo lavoro hanno visto la luce durante la Festa della Castagna 2006, attraverso un quaderno che riporta integralmente il catasto e la vettorializzazione di alcuni stralci di carte con i nuclei abitati.

Durante la festa è inaugurata la prima sezione della Collezione Guidoni di Piccola Scultura Italiana del XIX e XX secolo, donata dal professore a Caprese, con l'apertura al pubblico della sala dedicata a Vincenzo Gemito ed ai Napoletani.

2007

A Caprese viene realizzata la seconda sala della Collezione Guidoni (sala del Camino).

Il 6 marzo Guidoni presenta a Sansepolcro un quaderno sull'iconografia dei tre arcangeli come raffigurazione dei tre artisti Michelangelo, Raffaello e Leonardo. Questo è l'ultimo contributo del professore, che viene a mancare all'inizio dell'estate.

Contemporaneamente è stato avviato il riordino e la catalogazione della Biblioteca di Caprese in vista di una sua riapertura al pubblico come biblioteca specializzata in Storia dell'arte. La biblioteca comprende, al suo interno, il Fondo Guidoni, 206 volumi legati alla scultura del XIX e XX secolo donati, assieme alla Collezione di Scultura del museo, al comune di Caprese.

Durante l'estate, è portato a termine l'allestimento della Collezione Guidoni con le due vetrine della Sala Grande della Corte Alta del Museo.

Per la Festa della Castagna 2007 esce la Guida al Museo Michelangiolesco.

2008

Viene portata avanti la catalogazione della Biblioteca.

Nell'estate è inaugurata la seconda serie di volumi (Ethnos) sugli aspetti demoetnoantropologici della comunità. Il primo volume, dedicato alla memoria della comunità capresana a cavallo della seconda Guerra Mondiale, è presentato alla Festa della Casella.

Durante l'anno viene portato a termine uno studio sulla collezione di calchi in gesso del Museo Michelangiolesco, che sfocia in un volume presentato alla Festa della Castagna 2008. La presentazione del volume avviene durante un incontro tra il comune di Caprese ed i comuni di Delft (città natale di Vermeer) e Gazi (patria di El Greco).

Durante l'inverno viene intrapreso uno studio sistematico del castello attraverso le fonti d'archivio.

2009

Il Museo Michelangiolesco chiude per restauri.

A marzo apre al pubblico la Biblioteca Michelangiolesca , nella nuova sede presso il comune.

Il 6 marzo viene presentato il secondo volume sul Castello di Caprese riguardante l'evoluzione della Casa Natale e di Palazzo Clusini nei secoli. Il volume comprende anche i risultati delle esplorazioni speleologiche dei sotterranei del castello.

Durante l'anno è portato a termine uno studio a sei mani sullo Statuto di Caprese del 1386, che viene integralmente trascritto, tradotto e commentato in un volume presentato durante la Festa della Castagna 2009.

2010

Finiti i restauri di Museo, il percorso museale viene ad essere completamente riallestito con una nuova pannellistica. Il 6 marzo è organizzata una conferenza su Bartolomeo della Gatta.

Per la Festa della Castagna è uscito il secondo volume della collana Ethnos, a cura di Matteo Baragli, sulla religiosità popolare della valle di Caprese nella prima metà del Novecento custodite presso l'Archivio Diaristico Nazionale di Pieve S.Stefano.

Pubblicazioni

Collana Quaderni di Caprese Michelangelo

  1. E. Guidoni, Michelangelo e la Natività , Roma 2003.
  2. G. Andreoli, E. Bousdra, La Rocca di Caprese Michelangelo. Studio storico e progetto di restauro , Roma 2004.
  3. V. Desiderio , I mulini di Caprese: macine per cereali e castagne nella valle del Singerna , Roma 2004.
  4. E. Guidoni, Il luogo della nascita: Michelangelo ricorda Caprese , Roma 2005.
  5. V. Desiderio, C. Ornaghi, Guida all'Archivio Storico di Caprese , Roma 2005.
  6. V . Desiderio, C. Ornaghi, Caprese: gli abitanti le case ed il territorio nel Catasto Lorenese (1826) , Roma 2006.
  7. E. Guidoni, I tre Arcangeli: Leonardo, Michelangelo e Raffaello , Roma 2007.
  8. F. Del Morino, Il Museo Michelangiolesco: guida , Roma 2007.
  9. M. Proietti, Nel segno del David: storia dei calchi in gesso del Museo Michelangiolesco di Caprese , Roma 2008.
  10. C. Ornaghi, R.Tozzi, La Rocca di Caprese Michelangelo II. La Casa Natale , Palazzo Clusini e i sotterranei: analisi e storia dei restauri , Roma 2009.
  11. G. Ancidei, P. Bruni, S. Cipolletta, V. Desiderio, G. Falzone, S. Ferdinandi, Lo Statuto di Caprese (1386) , Roma 2009.

Collana Quaderni di Caprese Michelangelo / Ethnos

  1. M. Meazzini, Quand'el troppo n c'era: condizioni di vita e alimentazione negli anni quaranta-cinquanta del secolo scorso , Roma 2008.
  2. Matteo Baragli , Religiosità e mondo rurale in Toscana: con documenti su Caprese Michelangelo, Pieve Santo Stefano e Sansepolcro agli inizi del '900 , Roma 2010.

Altre pubblicazioni legate al Progetto

•  G. Andreoli, La rocca di Caprese Michelangelo tra Ottocento e Novecento , in Il Tesoro delle Città. Strenna dell'Associazione Storia della Città , Anno II (2004), pp.31-37.

•  V . Desiderio, Lo Statuto come fonte per la ricostruzione di un tracciato: l'esempio di Caprese Michelangelo , in Archeologia delle strade. La viabilità in età medievale: metodologie ed esempi di studio a confronto , Viterbo-Roma, 3-4 dicembre 2009, cds.